mercoledì 24 settembre 2014

RICETTE VIOLENTE: FAGOTTINI ALLE MELANZANE, POLLO E PINOLI

Benvenuti, cari Carli Cracchi, alla nuova puntata della rubrica che sta deliziando i palati d'Italia e aiutando migliaia di uomini ad avere amplessi con le loro prede.
Ricordate che far credere ad una donna di saper cucinare aumenta di + 12 il vostro livello di Rubacuori.

Come sempre, al nostro fianco, abbiamo l'impeccabile, affilato, pronto-a-tutto Maestro Vessicchio, che oggi ci stupirà con una canzone deliziosamente blues: Don't Bother Now, dei Seatbelts.

Maestro?


Io so cose che voi non sapete. Sono, difatti, furbetto.



LISTONA DELLA SPESA:


Una melanzana, + una seconda melanzana da spaventare
Due uova
Pinoli, anche conosciuti come uno degli alimenti più costosi d'Inghilterra
Timo
Noce Moscata
Pasta sfoglia acquistata senza vergogna
Pollo a cubetti
Sale, olio e pepe quanto basta
Peperoncino se siete dei duri



Fate a pezzi la melanzana. Dadini piccoli. Lasciate che l'altra guardi, e fissatela di continuo. Simulate le urla di dolore e sussurrate all'altro vegetale: "Mhhhh mi piace proprio questa ricetta. Mi piace sì, mi piaaahhhhcceee".


Olio in un pentolino e tanta, tantissima allegria.


Tagliate il pollo a dadini piccoli e pensate a tutti i vegetariani che, in questo momento, stanno mangiando del cazzo di tofu.


Nel pentolino, in rapida successione, melanzana...


... timo...


... pollo, sale, pepe e peperoncino...


... e infine pinoli e l'immancabile brio che contraddistingue noi adorabili mattacchioni.


Dividete i rossi delle due uova e metteteli da parte


Grazie ad un pennello tirolese mescolateli insieme e mettete da parte.


Nel pentolino, intanto, dovrebbe succedere qualcosa el genere. Se qualcosa di diverso sta accadendo uscite di casa sbattendo la porta e chiamate la vostra ex.


In delle piccole bare di metallo, infilate carta da forno e molta speranza.


Tagliate la pasta sfoglia e infilatecela dentro.


Aggiungete quindi il ripieno e godetevi la vista.



Chiudete bene tutto con un secondo pezzo di pasta sfoglia.


Con il dorso del coltello, visto che siamo fighi e soprattutto dobbiamo arrivare al cuore della persona amata, facciamo delle decorazioni alla cazzo di cane.


Spennellate tutto con il tuorlo d'uovo



Buttate tutto in forno. 200°C, 30 minuti.


Tirateli fuori, correte in camera del vostro coinquilino mentre sta facendo sesso con la sua ragazza e urlategli:
"GUARDAH! GUARDA COSA HO FATTOH!"
Detto questo scappate via scoreggiando nel tragitto fino alla cucina.


Servite con gusto minimale e godetevi il piatto, il Blues e la puzza di scoreggia che arriva dal corridoio.
Ci si sente alla prossima.



4 commenti:

  1. Bè Mattia, io sono VEGANA! Nn mangio pesce, uova, carne, latte o derivati...datti da fare e dammi una buona ricetta! :D...good luck with that!

    RispondiElimina
  2. Simona posso passare sopra il vegetariane siamo ma... VEGANA? Cioè lo sai che questo intaccherà la nostra amicizia in maniera indelebile? VEGANA CRISTO! VEGANA! Buon Dio. Eri tanto una cara ragazza. Lo sai vero che i vegani sono sulla stessa linea evolutiva delle lumache marine, vero? Dai sei ancora in tempo. Puoi cambiare. Fallo per te. Fallo per noi. Tu puoi. Tu devi. E sono sicuro che, in fondo a te stessa, tu vuoi.
    Se ne può uscire. Chiedi aiuto. Fallo per noi.

    RispondiElimina
  3. Ahahaha volevo dire vegetarianesimo...

    RispondiElimina
  4. Se hai paura di dirmi che nn sei bravo abbastanza per suggerire una ricetta violenta x vegani puoi dirmelo!!!! (ih ih ih)

    RispondiElimina